Archivi tag: immagine

OPEN DAY: ECCO IL PROGRAMMA!

In occasione dell’inaugurazione della nostra sede, vi abbiamo anticipato grandi progetti e adesso siamo pronti per raccontarvi cosa prevede l’Open Day del Centro A.Li.Fe. – una giornata speciale, dove le porte del Centro si apriranno per un intero pomeriggio tra workshop e speech.

Martedì 21 Ottobre infatti, dalle ore 16:00 in poi, daremo la possibilità a tutti, soci o meno, di partecipare gratuitamente alle attività del centro con un programma studiato appositamente per far vivere pienamente l’esperienza del benessere, del prendersi cura di se stessi, a 360° gradi.

Ogni intervento sarà un momento di confronto e interattività tra il pubblico e i professionisti del Centro. Sarà possibile prenotare un posto a sedere durante le attività svolte nella giornata, semplicemente inviando una mail a info@centroalife.com dove indicate il vostro nome e le attività che volete seguire, scegliendo dal seguente programma:

ore: 16:00“Non solo chiacchiere!”sala verde – Dimostrazione teorico-pratica del primo colloquio in psicoterapia. Ognuno di noi, spinto dalla curiosità, spesso si chiede cosa possa succedere durante il primo colloquio con lo psicologo. Se è imbarazzante, se vengono poste delle domande – cosa mai vorrà sapere di me lo psicologo durante il primo incontro? La Dott.ssa La Placa e la Dott.ssa La Pietra guideranno la simulazione di un primo colloquio utente-psicologo; seguirà poi un momento di dibattito per confrontarsi e approfondire l’esperienza vissuta.

ore 16:30“Scopri le forme e le proporzioni del tuo corpo”sala gialla – Un workshop di consulenza d’immagine dove individuare a quale macro-gruppo apparteniamo, quali sono le nostre forme e proporzioni e perché spesso non è il nostro corpo ad essere sbagliato, ma ciò che decidiamo di indossare. Tutti i partecipanti avranno la possibilità di interagire e approfondire al meglio la conoscenza di un percorso di personal styling. Come si svolge, cosa resta alla fine del percorso e quali persone scelgono di intraprenderlo e perché.

ore 17:00“Non buttarti giù” sala verde – Perché un amico non può essere il tuo psicologo e viceversa. Due momenti di simulazione, dialogo amico-amico e dialogo utente-psicologo. Cosa cambia? Quando un amico non può sostituire il professionista? Basta davvero soltanto “sfogarsi”? Le nostre psicologhe vi spiegheranno perchè no!

ore 17:30“Perché scrivere la propria biografia”sala gialla – Avreste mai pensato di trovarvi a scrivere la vostra biografia? Imparare a sviluppare un pensiero autobiografico ci aiuta a costruire un ponte tra passato e futuro, ricostruire il nostro percorso di vita. Per farlo però non basta “ricordare”. Per questo la Prof.ssa Gambino spiegherà che esiste un metodo preciso, così che il percorso autobiografico non sia solo momento di nostalgia o piacere ma, soprattutto, un vero strumento per riappropriarci del presente e poter progettare il futuro.

ore 18:00“Abitare il proprio corpo con il training autogeno” – sala verde – Grazie alla Dott.ssa Menozzi scopriremo quanto è importante saper ascoltare il proprio corpo, non solo “teoricamente”, con la presentazione delle tecniche di training autogeno, ma anche grazie ad un’esperienza di rilassamento di gruppo.

– ore 18:30“L’albero dei sette rami”sala gialla – Entreremo nel mondo dell’agopuntura e della medicina orientale. Si tratta, infatti, delle sette regole d’oro – tra cui l’agopuntura – che se praticate in associazione, assicurano il benessere psico-fisico della persona.

ore 19:00“Mangiare senza spendere tanto, con gusto e appagamento”sala verde – come avere una dispensa fornita, che dia varietà e qualità, contenendo l’esborso economico. Un incontro per imparare a seguire una corretta alimentazione e un momento di confronto sul delicato mondo della nutrizione.

ore 19:30“L’avvocato civilista dentro e fuori il processo”sala gialla – L’Avv.ssa D’Alessandro terrà uno speech riguardo i servizi proposti all’interno del Centro, con maggiore attenzione all’aspetto stragiudiziale, cioè come prevenire i conflitti senza che la causa passi in tribunale.

Vi ricordiamo che è richiesta la prenotazione ad ogni singola attività, è possibile seguirne diverse e vi preghiamo inoltre di avvertirci qualora dovessero esserci dei cambiamenti nelle attività da voi prenotate così da assegnare quel posto ad un’altra persona che lo richieda. Il numero massimo dei partecipanti per ogni attività è di 12 persone.

Tutti i partecipanti all’open day che si iscriveranno al Centro A.Li.Fe. il giorno stesso, godranno di uno sconto del 10% sulla quota di iscrizione annuale.

Per sapere come arrivare al Centro, cliccate qui. Se invece volete sapere di più riguardo i nostri tariffari soci e non soci, cliccate qui.

Presto troverete anche il programma nella versione stampabile, direttamente sulla pagina Facebook del Centro.

LA PRIMA IMPRESSIONE CONTA O NO?

Esistono due scuole di pensiero. Chi basa tutto sulla prima impressione, affermando che non esiste altro modo per farsi una giusta idea su una persona, e chi invece la reputa ingannevole, preferendo osservare nel tempo per scoprire la verità.

E se vi dicessimo che in fondo basterebbe trovare la via di mezzo, quando siamo noi ad osservare, ma che invece dovremmo stare molto attenti quando siamo noi sotto i radar dell’altro?

theafronews ca(photo: afronews.ca)

Perché la verità è che per cancellare una cattiva impressione, servono almeno altri venti colloqui positivi, ma non sempre si hanno altre venti occasioni per dare la migliore immagine di sé. Al contrario, se la prima impressione è positiva o addirittura molto positiva, avremo dalla nostra delle attenuanti se un successivo incontro dovesse andare male.

Inutile dire che sulla prima impressione giocano 3 fattori: la comunicazione verbale – fatta dalle parole che utilizziamo per esprimerci – la comunicazione non verbale cioè la gestualità, la postura, lo sguardo, la mimica facciale e terzo, l’immagine che offriamo di noi, dunque se ciò che indossiamo è appropriato al momento o al luogo, se la barba o i capelli sono in ordine, se le nostre mani sono curate o meno. Chi ci osserva lo fa a 360° e impiega meno di dieci secondi, inconsciamente, a tirare fuori una nostra “analisi”, positiva o negativa che sia.

yourmarketingbff com(photo: yourmarketingbff.com)

Ecco perché, nonostante ogni tanto costi fatica o sia noioso, dovremmo sempre cercare di essere al meglio, come se ogni giorno dovessimo incontrare qualcuno che non conosciamo. Perché questo, in effetti, potrebbe accadere – e accade continuamente a chi lavora a contatto col pubblico.

Avete presente quando dite “Ma giusto ora dovevo incontrare tizio o tizia? Conciata/o così?“. Ecco.

In quei giorni, quando dovreste fare uno sforzo in più per non dare fuoco al guardaroba, è quando dovrete allenarvi a “premiarvi“. Se siete in crisi, perché tutto quello che volete è solo la tuta, allora ricorrete ai vostri abiti preferiti: il jeans che slancia, la maglia comoda e chic, la giacca che vi dona un’aria più “business”. Noterete anche un miglioramento d’umore non previsto e quando vi presenterete al mondo, lo farete sicuramente con un’attitudine più positiva!

youthopia in(Photo: youthopia.in)

Allenarvi ogni giorno, creare e ricreare abbinamenti e nuove combinazioni vi aiuterà a fare un utilizzo migliore del vostro guardaroba e vi farà sentire speciali ogni giorno!

Giuliana Piazzese