Archivi categoria: MEDICINA E BENESSERE

OPEN DAY AGOPUNTURA E MEDICINA CINESE: ECCO IL PROGRAMMA!

Il Centro A.Li.Fe. vi propone per SABATO 12 MARZO una giornata all’insegna del benessere e della medicina olistica, offrendovi – a titolo assolutamente gratuito – un incontro informativo e dimostrativo con la Dott.ssa Nunzia Cisarò, medico agopuntore.

L’Agopuntura è una branca della Medicina Cinese, una medicina antica che cominciò a diffondersi e svilupparsi in Cina, già dal V sec a.C. La particolarità di questo tipo di medicina consiste nel tenere conto dell’aspetto organico, filosofico e persino spirituale dell’individuo, considerandolo nella sua interezza, non separando la componente fisica da quella che, in Occidente, potremmo definire come componente psicologica o mentale di una patologia, permettendo di riequilibrare il sistema energetico dell’individuo il cui sbilanciamento è causa di malattia.

Quando rivolgersi all’agopuntura?

Problemi Osteoarticolari: Cervicalgia, Lombalgia, Lombosciatalgia, Periartrite scapolo-omerale, Dolori articolari acuti e cronici.
Problemi Digestivi: Reflusso esofageo, Gastrite, Colite, Colon Irritabile, Stipsi cronica.
Problemi Respiratori: Rinite Allergica, Asma.
Problemi Ginecologici e Urologici: Cistiti croniche o ricorrenti, Infiammazioni croniche apparato genitale, Infertilità.
Problemi della pelle: Acne, Dermatiti croniche, Orticaria; Psoriasi
Problemi Neurologici: Cefalea, Insonnia, Ansia e disturbi correlati

alife_agopuntura2

Come si svolge la terapia?

Il percorso terapeutico inizia con la visita e la raccolta dei dati clinici ed anamnestici e si sviluppa con un ciclo minimo di otto sedute, della durata di circa 25 minuti ciascuna, che abbiano cadenza bisettimanale per le prime quattro sedute e di una volta alla settimana per le successive. La terapia consiste nella somatopuntura che si avvale dell’ausilio di presidi quali aghi sterili e monouso e della moxibustione, tecnica che sfrutta il calore derivato dalla combustione di artemisia, un’erba che viene confezionata in forma di sigaro. L’agopuntura può essere integrata con l’auricoloterapia, che consiste nel trattamento di punti localizzati sull’orecchio esterno, con aghi o più spesso con semini fissati tramite un piccolo cerotto, che permette una autostimolazione da parte della persona, delle aree interessate.

La Dott.ssa Nunzia Cisarò vi aspetta sabato 12 Marzo dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00 presso il Centro A.Li.Fe. in Via C. Trasselli 33 a Palermo per rispondere a tutte le vostre domande e curiosità!
Per confermare la propria presenza è importante inviare una mail per assicurarvi un posto a sedere!
Per qualunque informazione non esitate a contattarci!

info@centroalife.com

RINITE ALLERGICA: È POSSIBILE PREVENIRLA E TRATTARLA A LUNGO TERMINE?

La primavera non è ancora arrivata e, nonostante il nostro inverno siciliano non sia particolarmente rigido, tutti aspettiamo impazienti la sua aria tiepida e le giornate soleggiate. Tuttavia, l’arrivo della primavera per molti significa tornare a fare i conti con starnuti, occhi che lacrimano e naso che gocciola, in altre parole con la rinite allergica.

Si stima che almeno il 20% della popolazione sia affetta da questa patologia non grave ma fortemente invalidante, a causa del suo andamento cronico e dei sintomi che spesso incidono in maniera sorprendentemente significativa sulla vita quotidiana.

allergia-alife(Photo: salute.robadadonne.it)

Nel 2014 con il documento ARIA, l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha infatti classificato questa patologia in due principali forme cliniche: lieve e moderata-severa, quest’ultima comprende disturbi del sonno e difficoltà nelle attività sia lavorative che legate al tempo libero ed allo sport. Inoltre, è ormai consolidato il suo ruolo nel predisporre adulti e soprattutto bambini e adolescenti a patologie come l’Asma allergico ed, infine, non è da trascurare la concomitanza con forme orticariodi che coinvolgono la pelle. Le riniti allergiche non sono solo stagionali, quindi legate a fattori ambientali caratteristici di particolari stagioni, ma ci sono anche forme perenni in cui gli allergeni che “solleticano” il nostro sistema immunitario non sono solo piante e pollini di stagione, ma anche muffe, acari della polvere, peli e detriti cutanei di animali domestici, con cui si può venire sempre a contatto.

La terapia, in genere, si avvale di antistaminici, volti a ridurre il rilascio di istamina che avviene a seguito dell’ipereattività del sistema immunitario e – nei casi più gravi – si può associare una terapia cortisonica. Tuttavia, per quanto questi rimedi siano efficaci nel contrastare i sintomi della rinite allergica, non sono mai privi di effetti collaterali e sicuramente non risolutivi.
Diverso è il discorso se ci si rivolge all’ambito delle medicine naturali.

Per quanto attiene all’ambito della medicina cinese, in generale la rinite è inquadrata da un lato come l’esito di aggressioni da parte di fattori esterni definiti come vento-freddo, caratterizzata da ostruzione nasale, rinorrea acquosa, avversione al freddo e talvolta cefalea frontale, e vento-calore, che si manifesta con rinorrea mucopurulenta, ostruzione nasale, mal di gola e cefalea. D’altra parte, è determinata da un’alterazione dell’equilibrio energetico dell’organismo che non riesce efficacemente a contrastare tali aggressioni, per un deficit di Qi (energia) di alcuni organi preposti alla purificazione dell’energia-sangue. In linea di massima, quindi, le cause alla base del problema, anche se chiamate con nomi diversi, sembrano coincidere.

Cosa fa allora la differenza?

Il trattamento con agopuntura permette di trattare efficacemente i sintomi con quella che viene definita “cura di cima”, ed allo stesso tempo ristabilire l’equilibrio perduto, migliorando la risposta dell’organismo all’aggressione dei fattori esterni attraverso la “cura di radice” , ovvero attraverso il trattamento di punti mirati ad un riequilibrio generale dell’organismo che lo supporti nel processo di difesa.

map-agopuntura01
(Photo: gliarancioni.blogspot.com)

Questa doppia azione risulta efficace, quindi, non solo per trattare la rinite allergica nel momento e nella forma in cui si manifesta, ma permette all’organismo di creare una propria difesa che possa prevenire la risposta ad eventuali aggressioni esterne e, perchè no, farci annusare diversamente la vita!

Dott.ssa Nunzia Cisarò

AGOPUNTURA E MEDICINA CINESE: RIMEDI ANTICHI PER MALI MODERNI

L’Agopuntura è una branca della Medicina Cinese, una medicina antica che cominciò a diffondersi e svilupparsi in Cina già dal V secolo a.C.

La particolarità di questo tipo di medicina consiste nel tenere conto dell’aspetto organico, filosofico e persino spirituale dell’individuo, considerandolo nella sua interezza, non separando la componente fisica da quella che, in Occidente, potremmo definire come componente psicologica o mentale di una patologia, permettendo di riequilibrare il sistema energetico dell’individuo il cui sbilanciamento è causa di malattia.
Sulla base di queste considerazioni, la medicina cinese viene considerata una medicina energetica, la cui prerogativa è data da un approccio olistico che può essere efficacemente impiegato nella cura di numerose patologie (osteo-articolari e muscolari, respiratorie, digestive, dermatologiche e ginecologiche).

agopuntura_centroalife

(Photo: mpdslifestyle.com)

L’Agopuntura, in particolare, si avvale dell’utilizzo di aghi che coniugano un approccio antico ad un’esigenza moderna: ovvero ridurre e razionalizzare l’impiego di farmaci, spesso non risolutivi sul problema e non privi di effetti collaterali. A questo proposito, vale la pena ricordare, come la stessa OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità abbia inserito l’Agopuntura fra le principali indicazioni terapeutiche per diversi tipi di malattie, che includono patologie respiratorie, gastrointestinali e neuro-miopatie, al fine, soprattutto, di minimizzare l’impiego di farmaci nelle patologie croniche.
Il percorso terapeutico viene iniziato con una prima visita che permette la raccolta dei dati clinici ed anamnestici, e successivamente si sviluppa con un ciclo minimo di otto sedute, della durata di circa 25 minuti ciascuna, con cadenza bisettimanale per le prime quattro sedute e di una volta alla settimana per le successive.

La terapia consiste nella cosiddetta somatopuntura e si avvale dell’ausilio di diversi presidi, come – ovviamente –  aghi sterili monouso ed anche la moxibustione, una tecnica che sfrutta il calore derivato dalla combustione di artemisia (erba confezionata in forma di sigaro). L’approccio energetico dell’agopuntura sulla persona, la rende inoltre un’ottimo strumento di integrazione e completamento di percorsi terapeutici di tipo psicologico, fisioterapico e nutrizionale, permettendo un pieno recupero dello stato di benessere psicofisico.

Dott.ssa Nunzia Cisarò