Tutti gli articoli di Centro A.Li.Fe.

SENTIRSI A CASA – STRANIERI IN ITALIA

Il Centro A.Li.Fe. garantisce un nuovo servizio:

 Sentirsi a casa – Stranieri in Italia

Colloqui Psicologici, Consulenze e Terapie in lingua Francese e Inglese

Come funziona?

Sentirsi a casa è il nuovo servizio di supporto e consulenza psicologica dedicato a coloro che si trovano a vivere un particolare momento di difficoltà durante la loro permanenza stabile o momentanea in Italia.

Il colloquio psicologico è un incontro nel quale grazie al supporto di professionisti, ovvero lo psicologo con l’ausilio del mediatore linguistico e culturale, viene affrontato un periodo di disagio. L’obiettivo è trovare un proprio spazio personale e riservato nel quale attraverso il superamento di barriere linguistiche e culturali ci si possa sentire “a casa”, senza che le differenze, linguistiche e culturali, possano inficiare la relazione, avendo così la possibilità di poter esprimere un disagio e trovare le modalità per risolverlo e raggiungere uno stato di benessere.

A chi è rivolto?

Il servizio è dedicato agli stranieri in Italia per brevi o lunghi periodi, maggiorenni che desiderano parlare con uno psicologo e si sentono più a loro agio utilizzando la propria lingua d’origine. È garantita la presenza di un mediatore linguistico e culturale per l’inglese e il francese.

Per ulteriori info non esitate a contattarci!

Centro A.Li.Fe

cell: 324 6895909

psicologo@centroalife.com

Dott.ssa Federica La Pietra

Psicologo clinico

Dott.ssa Sonya Di Vita

Mediatore linguistico e culturale

Photo: facebook.com

Le Centre A.Li.Fe. garantit un nouveau service:

Se sentir chez soi – Les étrangers en Italie

Conférences, consultations et thérapies psychologiques en français et en anglais

Comment ça marche?

Un service de soutien et de conseil psychologique dédié à ceux qui vivent un moment de difficulté  lors de leur séjour permanent ou temporaire en Italie.
L’entretien psychologique est une rencontre avec des professionnels, psychologue et médiateur linguistique et culturel, pendant laquelle est proposé un soutien permettant d’affronter une période de difficulté.
Grâce à cet échange individualisé qui constitue un appui afin de dépasser les barrières linguistiques et culturelles, la personne pourra se “sentir chez soi”.
L’objectif est d’éliminer les différences qui pourraient affecter la relation et donner ainsi la possibilité d’exprimer un malaise, de trouver des moyens de le résoudre et de permettre d’atteindre un état de bien être.

 

Bénéficiaires

Les étrangers en Italie pour des périodes courtes ou longues, les adultes qui veulent parler avec un psychologue et se sentent plus à l’aise en utilisant leur langue d’origine. La présence d’un médiateur linguistique et culturel pour l’anglais et le français est garantie.

Pour plus d’informations s’il vous plaît contactez-nous!

Centro A.Li.Fe

cell: +39 324 6895909

psicologo@centroalife.com

Dott.ssa Federica La Pietra

Psicologo clinico

Dott.ssa Sonya Di Vita

Mediatore linguistico e culturale

Photo: mediatoreiterculturale.it

The A.Li.Fe. Center guarantees a new service:

Feeling at home – Foreigners in Italy

Psychological Talks, Consultations and Therapies in French and English

How does it work?

A psychological support and counseling service dedicated to those who find themselves experiencing a particular moment of difficulty during their permanent or temporary stay in Italy.

The psychological interview is a meeting during which a period of harship is faced; through the support of professionals, a psychologist with the help of the linguistic and cultural mediator. The purpose is to find a personal and private space in which, through the overcoming of linguistic and cultural barriers, one can feel “at home”, without differences that can affect the relationship, thus having the possibility of being able to express an unease and find ways to solve it and achieve a state of well-being.

Target

Foreigners in Italy for short or long periods, adults who want to speak with a psychologist and feel more comfortable using their own language. The presence of a linguistic and cultural mediator for English and French is guaranteed.

For more info please contact us!

Centro A.Li.Fe

cell: +39 324 6895909

psicologo@centroalife.com

Dott.ssa Federica La Pietra

Psicologo clinico

Dott.ssa Sonya Di Vita

Mediatore linguistico e culturale

BENTORNATA ESTATE..E BENVENUTA FRUTTA D’ESTATE!

Acqua, vitamine, antiossidanti, fibre e sali minerali sono gli elementi che caratterizzano la frutta. Da questi elementi dipendono non solo il colore ma anche le preziose proprietà rinfrescanti, dissetanti e nutrienti. Non c’è niente di meglio della frutta per affrontare le giornate più torride dell’anno!

Ma la domanda sorge spontanea: Quando e, soprattutto, quanta frutta posso mangiare?

Le linee guida indicano che le porzioni da consumare, in media, durante una giornata devono essere almeno tre (e almeno due porzioni di verdura). Quindi, considerando che una porzione corrisponde a circa 100-150 grammi di frutta, al giorno ne possiamo mangiare da 400 a 450 grammi, quantità che deve essere distribuita nei vari momenti della giornata. Generalmente si consiglia di consumare una porzione a colazione e una per ogni spuntino.

Va bene qualsiasi tipo di frutta?

Ovviamente … Ni!

Deve essere privilegiata quella di stagione e non molto matura (più un frutto è maturo più alto sarà il picco glicemico generato in risposta alla sua assunzione ) ed è preferibile mangiarla con la buccia perché è proprio questa che contiene tutte le sostanze nutritive e le fibre che riducono l’indice glicemico del frutto stesso.

(Photo: magazinedelledonne.it)

La frutta contiene zuccheri semplici: il fruttosio, si tratta di zuccheri a rapido assorbimento ovvero che forniscono un’energia immediata, ma se assunti in eccesso non vengono consumati e sono quindi trasformati in grassi che si depositano nell’organismo.

Una buona abitudine può essere quella di mangiare i diversi tipi di frutta cercando di variare anche il colore.

Ogni colore, ricordiamoci, ha una proprietà diversa.

Che sia mangiata intera o in macedonia, frullata o centrifugata, la frutta ci garantisce il giusto apporto di acqua, fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti soprattutto quando il fabbisogno del nostro organismo aumenta. Quando mangiamo più frutta del reale fabbisogno, introduciamo zuccheri semplici che provocano l’aumento della glicemia; come conseguenza, l’organismo produce una quantità di insulina tale che da un lato fa si diminuire la concentrazione di glucosio nel sangue ma dall’altro determina un aumento dell’assorbimento di zucchero dell’organo target, che si traduce in aumento del peso e del grasso corporeo. Per tale ragione, la frutta deve essere mangiata nelle giuste dosi!

Un’ altro aspetto da non sottovalutare è la provenienza della frutta, meglio scegliere la frutta a km 0, biologica o meglio ancora del nostro orticello! Mangiare frutta di provenienza ambigua non è un’ abitudine corretta,  l’agricoltura tradizionale fa un uso sistematico di prodotti chimici per garantire la resa della coltivazione; un consumo frequente di frutta non biologica potrebbe determinare l’assunzione eccessiva di contaminati indesiderati. In definitiva, troppa frutta contaminata potrebbe nuocere significativamente alla salute del consumatore.

 

Dott.ssa Daniela Grizzanti

 

Training Autogeno: abitare il corpo in modo nuovo!

Superare i momenti di stanchezza che possono insorgere durante la giornata

Migliorare la concentrazione, la memoria e l’autocontrollo

Migliorare le prestazioni sportive, lavorative, artistiche e scolastiche

Eliminare e controllare il dolore (cefalee, emicranie,dolori addominali, ecc)

Curare Disturbi d’ansia, Disturbi del sonno o Disturbi psicosomatici (disturbi gastrointestinali, cardiocircolatori, dermatologici, respiratori, dolori muscolotensivi, bruxismo, asma, ecc)

Sono solo alcuni degli obiettivi da poter raggiungere attraverso l’applicazione della tecnica di rilassamento Training Autogeno.

 training autogeno logo

Il training autogeno è stato descritto da J.H. Schultz, il suo ideatore, come un metodo di autodistensione da concentrazione psichica e consente di modificare situazioni psichiche e somatiche.

È un “training”, consiste cioè in una serie di esercizi, ed è “autogeno”, cioè un metodo applicabile, una volta appreso, da soli. Lo stesso Shultz sosteneva che lo scopo del Training Autogeno era di rendere la persona autrice del proprio rilassamento e del proprio benessere psicofisico.

Il training infatti aiuta a calmarsi, rilassarsi, tranquillizzarsi, da un punto di vista fisico e mentale (distinzione che olisticamente non è pertinente) in quanto influenza il sistema neurovegetativo.

training-autogeno

(bresciagiovani.it)

Lo stress che giorno dopo giorno accumuliamo provoca degli scompensi in vari organi interni (stomaco, cuore, polmoni, ecc..) e il Training Autogeno, in molte di queste situazioni, può facilitare il ritorno all’autoregolazione dell’attività di questi organi risultandone quindi una modalità di “cura” se non addirittura di prevenzione.

Mal di testa, gastrite, tensioni muscolari, insonnia, scarsa concentrazione, disturbi della pelle, stati di ansia, sono alcune delle situazioni che attraverso il Training Autogeno possono essere gestite con efficacia.

Terminato l’apprendimento gli esercizi potranno essere praticati in autonomia, ciò significa che chiunque lo impari poi lo possa gestire in maniera autonoma praticamente in qualsiasi situazione e luogo. Possiamo dire infatti che colui o colei che lo apprende ha l’opportunità di avere un “asso nella manica” da utilizzare in estrema autonomia e nelle situazioni in cui ne sente l’esigenza.

 

Il Training Autogeno può essere appreso attraverso sedute Individuali o Incontri di Gruppo.

Il Training di Gruppo prevede un gruppo chiuso di 6-10 partecipanti. Si tratta di un gruppo di apprendimento della tecnica e non di un gruppo di psicoterapia, centrato su un compito ben definito, che è quello della conoscenza della tecnica.

Le Sedute Individuali permettono invece, un lavoro psicologico focalizzato in base alle problematiche del soggetto, ponendosi come un vero e proprio “sostegno psicologico” in grado di aumentare le capacità individuali introspettive.

 

L’intero percorso di apprendimento sarà costituito da 7 incontri totali, di cui uno preliminare di conoscenza ed introduzione della tecnica e di successivi 6 incontri di applicazione degli esercizi inferiori.

Gli Incontri avverranno ogni 15 giorni e il costo totale del corso è di 200 euro ( 20 euro saranno versati al momento dell’iscrizione e la restante cifra potrà essere versata in un’unica soluzione o attraverso rate da concordare).

Il corso si terrà presso i locali del Centro A.Li.Fe sito in via C. Trasselli, 33 a Palermo.

Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci!

 

Centro A.Li.Fe cell 3246895909

dott.ssa Francesca Menozzi

psico.alife@gmail.com

francesca.menozzi@gmail.com