IL MARITO MAMMONE FA IL MATRIMONIO NULLO

Attenzione a voi se sposate un mammone: la Corte di Cassazione, con una recentissima sentenza, si è espressa definitivamente su una questione portata inizialmente dinnanzi al Tribunale Ecclesiastico da due coniugi di Mantova. Lo sposo, dopo pochi anni di relazione matrimoniale, aveva deciso di porre fine al vincolo e chiedere l’annullamento del matrimonio concordatario, ritenendosi affetto da un disturbo psichico, che per l’appunto si estrinsecava in un legame fortissimo e disturbante con la madre, che gli impediva di avere una normale vita relazionale e sessuale con la moglie.

mammone-680x365

Il Tribunale Ecclesiastico aveva, in effetti, con una sentenza del 2010, riconosciuto la sussistenza di un comportamento “anaffettivo e indifferente” da parte dell’uomo, tale da comportare l’annullamento del matrimonio per “incapacitas assumendi onera coniugalia”. Alla sentenza del Tribunale ecclesiastico si opponeva, però, la donna, sostenendo che tale attitudine del marito fosse allo stesso già ben chiara prima del matrimonio, sicché non poteva considerarsi una situazione sopraggiunta, e dunque idonea a ottenere l’annullamento dal Tribunale ecclesiastico. Secondo la donna, pertanto, l’unico foro competente sarebbe stato, fin dal principio, quello civile, circostanza che le avrebbe garantito il diritto al mantenimento da parte dell’ex coniuge.

marito mammone 2

Tuttavia, tanto le Corti territoriali, quanto la Suprema Corte di Cassazione, cui la donna si è rivolta per evitare che la sentenza ecclesiastica venisse delibata in Italia, e acquistasse valore legale nello Stato italiano, le hanno dato torto, riconoscendo la validità e, quindi, l’operatività della sentenza ecclesiastica.

E, oltre il danno, la beffa, perché la sventurata non–coniuge, risultata soccombente in tutti i gradi di giudizio, è stata altresì condannata alle spese legali, e ha così dovuto sborsare diverse migliaia di euro al mammone con cui era convolata a “giuste” nozze solo qualche anno prima.

Avv. Federica D’Alessandro