RILASSATI E RESPIRA.. ESTATE E INVERNO!

È luogo comune pensare all’estate come al tempo del riposo e del ristoro, il momento in cui poter “staccare la spina” dalle fatiche dell’inverno per riprendere fiato ed energie. Potremmo dire anche il momento in cui “respirare” dopo la corsa affannosa che ci vede protagonisti nei mesi invernali.
Tutto questo è vero! Certamente l’estate ha delle qualità benefiche e rigeneranti per il nostro corpo e per il nostro spirito: il sole, il mare, le lunghe giornate luminose e la possibilità di godere di temperature miti sono, indubbiamente, i rimedi naturali più efficaci per la cura del nostro benessere psicofisico.
Esiste anche una nuova opportunità, un nuovo modo di procedere e “stare con se stessi” per imparare piccole “strategie” per permetterci di continuare a respirare a pieni polmoni pure nella monotonia che ci stordisce durante l’inverno.
Una di queste possibili “strategie” si chiama Training Autogeno, largamente conosciuto e diffuso in tutto il mondo come “tecnica di rilassamento”,

Di che si tratta?
Il Training Autogeno è una tecnica di auto-distensione, ciò significa che chiunque lo impari la possa poi gestire in maniera del tutto autonoma in qualsiasi situazione e luogo. Possiamo dire che, colui o colei che la apprende, ha l’opportunità di avere un “asso nella manica” da utilizzare ogni qual volta ne sente l’esigenza.
Spesso menzionato con l’acronimo T.A., il Traning Autogeno, se praticato correttamente e costantemente, può consentire di raggiungere una sorta di addestramento al cambiamento sia fisico che psicologico, migliora il modo di stare in relazione con se stessi e con il proprio corpo e rappresenta una risorsa dalle immense potenzialità per aiutare la mente a migliorare le quotidiane performances ed alleviare i disagi di vario tipo di cui si può soffrire nel corpo.

training_autogeno(Photo: lalberodelloyoga.it)

Nella nostra vita ci troviamo spesso di fronte a frequenti stati di tensione e di stress che, con l’andar del tempo, si possono cronicizzare e prendere la forma di veri e propri disturbi fisici e/o psichici. A ben rifletterci, per esempio, è proprio lo stress che giorno dopo giorno provoca degli scompensi nei nostri organi interni (stomaco, cuore, polmoni, ecc..) e il Training Autogeno, in molte di queste situazioni, può facilitare il ritorno all’autoregolazione dell’attività di questi organi risultando, quindi, una modalità di “cura” se non addirittura di prevenzione. Mal di testa, gastrite, tensioni muscolari, insonnia, scarsa concentrazione, disturbi della pelle, stati d’ansia, sono alcune delle situazioni che possono essere gestite con efficacia attraverso il Training Autogeno.

Il Training Autogeno è una tecnica da utilizzare anche quando “si sta bene”: ad esempio, in periodi di studio intensivo per migliorare le proprie capacità di attenzione e di concentrazione o nel campo dello sport per avere un incremento dell’efficacia personale, migliorare le prestazioni, godere di un recupero profondo e rapido delle energie.

Insomma, tanti e molti sono i motivi per cui vale la pena conoscere questa tecnica!
Avere una maggiore consapevolezza di sé, conoscere se stessi, aumentare la propria concentrazione sono i principali motivi che possono stimolare a conoscere il Training Autogeno.
Il risultato finale del T.A. infatti non consiste né nel sapere di più, né nel saper fare di più, ma nel saper essere in modo NUOVO!

Dott.ssa Francesca Menozzi